Loading...

Lo scopo di questo blog è aprire un confronto costruttivo sulla partecipazione in Friuli Venezia Giulia. Qui ogni anno si realizzano centinaia di processi partecipativi con migliaia di persone coinvolte, un grande investimento in termini di organizzazione e di risorse economiche (di solito pubbliche). Ormai tutti i piani e programmi (urbanistici, paesaggistici, di sviluppo locale, ecc.) prevedono un percorso partecipativo per rispondere a indicazioni comunitarie o a norme nazionali o regionali (Programmi regionali di settore, Piani delle Unioni territoriali intercomunali, Piani di Zona, Piani di Azione locale, Piani di gestione dei siti Natura 2000, VAS, ecc.).

Sono utili? Quali risultati danno? Valgono tutto lo sforzo profuso?

A fronte delle tante iniziative non sembra che esista una consapevolezza diffusa di cosa sia la partecipazione e quale valore aggiunto possa offrire a un processo decisionale. Spesso si realizzano percorsi formali, inefficaci, deludenti per chi vi partecipa e che, invece di accrescere il capitale sociale di una comunità, lo deprimono. Spesso gli amministratori li temono e cercano di limitarne la portata, non comprendendo che sono un potente strumento per una buona governance e, quindi, per manifestare a pieno il proprio ruolo di regia politica. I tecnici interni alle amministrazioni hanno in prevalenza una visione burocratica del processo e così percepiscono solo l’onere, non le potenzialità. I tecnici incaricati – quando presenti – non sempre hanno un’adeguata competenza o utilizzano l’assimetria informativa per realizzare quanto necessario con correttezza formale e minimo sforzo.

Per questo, per recuperare la carica “dirompente” della partecipazione, la sua capacità di inclusione e di rafforzamento della qualità e dell’impatto dei processi decisionali democratici, c’è bisogno di un buon dialogo costruttivo, in stile partecipativo! Un franco confronto sul merito: questo blog vuole proprio questo.

Per stimolare l’avvio del dibattito: raccontateci la vostra esperienza e fatene una riflessione oppure leggete il documento “Domande per orientare e valutare un percorso partecipativo”, presente nella sezione Download, e diteci cosa ne pensate.

Roberto

ULTIMI ARTICOLI

Partecipagov: La nuova costituzione in un click, o no?

ottobre 11th, 2015|

La riforma della Costituzione italiana è da moltissimo tempo in cima ai pensieri del mondo politico, il quale, le ha tentate tutte negli

Diamo voce al Terzo e Quarto Stato

ottobre 9th, 2015|

In queste settimane la regione è un cantiere per la preparazione di grandi eventi partecipativi: questa settimana la Camera di Commercio di Udine

Carta della Partecipazione

ottobre 9th, 2015|

Una carta-decalogo per una partecipazione di qualità, con i principi base che possono assicurare la qualità di un processo partecipativo nelle decisioni degli

Load More Posts

Partecipa anche tu!

Contattaci per scoprire tutte le nostre iniziative e come contribuire ad aumentare la partecipazione in FVG

Contattaci